Oltre il 40% della pubblicità si fa online

Ekeria web advertising.jpg
Pubblicato il 7 settembre 2021 da Giorgio Ziboni

2019, l’anno premonitore

Può succedere che un’azienda si chieda quale mezzo utilizzare per la propria campagna pubblicitaria. Ci sarebbero tanti aspetti da monitorare, ma oggi analizziamo il peso del mezzo che si sceglie per le proprie campagne pubblicitarie.

Nel 2019 infatti per la prima volta la raccolta pubblicitaria online rappresentava la voce maggiore in termini di ricavi, pesando il 43,7% del totale e superando per la prima volta il mezzo televisivo (41,4%).

Nel 2020, con l’arrivo del Covid-19, le nostre abitudini sono cambiate, sono state stravolte, e di conseguenza il mercato ha accelerato il suo cambiamento: si è verificata una contrazione degli investimenti in pubblicità e solo il digital ha mantenuto il suo predominio.

Gli investimenti nel digitale hanno infatti totalizzato, sulla base delle stime di Nielsen, 249,2 milioni di euro contro di 247,7 della televisione. Il sorpasso, avvenuto già nel primo mese di lockdown, viene spiegato proprio con le conseguenze derivanti dall’emergenza sanitaria: in primo luogo, lo stop ai grandi eventi in televisione e, in secondo, le politiche di prezzo messe in atto dalle emittenti in questa fase che hanno inciso sugli investimenti in valore.

Online fa rima con innovazione

Sull’arco temporale del 2020, la raccolta nel settore digitale del web passa dai 3,3 miliardi di euro del 2019 ai 3,19 miliardi del 2020, ma in una “torta” (il mercato dei media) complessivamente in contrazione si avvicina alle percentuali della Tv (42–43%).

Questi numeri non devono però trarci in inganno: ricordiamo che, in proporzione, un investimento sul mezzo televisivo risulta più dispendioso per le tasche delle nostre imprese. Il digital diviene quindi la prima scelta, rafforzando la propria posizione di leader tra i canali pubblicitari.

Per quanto riguarda gli altri mezzi di comunicazione, in Italia non si ferma la contrazione dei ricavi e del relativo peso sul complesso delle risorse per l’editoria quotidiana e periodica, mentre la radio rimane stabile.

In questo nuovo scenario, si assiste ad un ridimensionamento del ruolo di intermediario svolto dall’editore tradizionale, a favore di una re-intermediazione da parte delle piattaforme.

Il futuro delle strategie di marketing si rispecchia nel “metaverse”, un mix di comunicazione off e online, nel quale si unisce innovazione tecnologica di lettura di dati e analisi di opinioni, volte a una pubblicità sempre più mirata, ponendo al centro il cliente, i suoi gusti e le sue necessità.

Come fare pubblicità online

Se vuoi pubblicizzare il tuo prodotto o servizio online, il primo step è pianificare una strategia di marketing che agisce su più fronti, tenendo sempre a mente lo scopo finale di questa attività: generare conversioni, ottenere visibilità sul web e aumentare le vendite.

Se cerchi un partner che ti aiuti a creare e monitorare i tuoi annunci online, Ekeria svolge un’attenta analisi web della tua azienda e definisce una digital strategy personalizzata per te, attraverso campagne di advertising che attirino esattamente il tuo cliente ideale.

< Indietro
ekeria-image.png

Stai cercando un partner digital che ti accompagni nella crescita?

Entra in contatto con noi